NOTA! QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE E TECNOLOGIE SIMILI. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.   OK   Per saperne di più
ITA - ENG

Micronizzatore e microemulsione

Differenti macchine di microemulsione per soddisfare qualsiasi esigenza.

Il micronizzatore rappresenta il cuore tecnologico per creare differenti macchine di microemulsione ciascuna dedicata a specifici obiettivi di miglioramento dell’efficienza energetica e della qualità dell’emissione in atmosfera. La micronizzazione del combustibile permette di aumentare in modo esponenziale la superficie disponibile all’ossidazione dello stesso e pertanto rappresenta da sola una prima modalità di incremento dell’efficacia della combustione

La successiva eventuale presenza di miscelazione con acqua permette un ulteriore miglioramento della cinetica di combustione grazie all’effetto trainante garantito dalla vaporizzazione delle microcelle d’acqua all’interno della miscela, inoltre l’aumentata presenza di ossigeno direttamente disponibile all’interno del combustibile permette l’ulteriore e significativo miglioramento dell’efficienza di combustione attraverso la riduzione dell’apporto di aria comburente dall’esterno.

I benefici che derivano all’utilizzatore dall’impiego di queste tecnologie sono le seguenti:

  • Incremento dei rendimenti di combustione e conseguente risparmio energetico derivante dalla micronizzazione del combustibile e dalla riduzione delle morchie
  • Drastica riduzione del particolato sottile (pm10) sia negli impianti termici che nei sistemi di cogenerazione attraverso il motore endotermico
  • Significativa riduzione del monossido di carbonio (CO) sia negli impianti termici che nei sistemi di cogenerazione attraverso il motore endotermico
  • Significativa riduzione degli ossidi di azoto (NOX) proporzionale alla quantitĂ  d’acqua utilizzata nei diesel generatori
  • Riduzione degli ossidi di azoto (NOX) negli impianti termici dipendentemente dalle caratteristiche della macchina di combustione e della caldaia
  • Estrema flessibilitĂ  dell’impianto e possibilitĂ  di utilizzarlo come applicazioni su impianti esistenti grazie alla stabilitĂ  della microemulsione formata che ne permette lo stoccaggio come si trattasse di un nuovo combustibile completamente autonomo.
  • A cosa serve la termografia per la tua azienda? Mec Marine potrebbe utilizzare questa tecnica per eseguire uno screening completo ed immediato delle condizioni in esercizio degli impianti, delle macchine e dei processi di lavorazione della tua azienda ciò permetterebbe di individuarne eventuali difetti o anomalie al fine di intervenire per una riduzione degli sprechi energetici.

  • Sai cos’è la termografia? E’ una tipologia di acquisizione di immagini che sfrutta la proprietĂ  degli oggetti, con temperatura superiore allo zero assoluto, di assorbire, emettere e riflettere radiazioni elettromagnetiche nel campo dell’infrarosso

  • Hai mai pensato di utilizzare combustibili meno costosi senza incidere sull’impatto ambientale?

  • PerchĂ© è importante il monitoraggio continuo degli impianti di produzione e distribuzione dell’energia? PerchĂ© solo disponendo di osservazioni relative a tutto il ciclo di funzionamento degli impianti è possibile identificare il miglior insieme di regolazione/soluzioni tecniche ai fini dell’ottimizzazione dei rendimenti complessivi e della minimizzazione del carico inquinante.

  • Che differenza c’è tra telegestione e telecontrollo? Il sistema di telecontrollo non interviene sui parametri di funzionamento ma si limita a registrare eventi e valori di funzionamento, ha quindi principalmente funzioni di diagnostica; la telegestione al contrario permette la modifica da remoto delle principale regolazioni sugli impianti

  • PerchĂ© la viscositĂ  è un’importante proprietĂ  degli oli combustibili? Se la viscositĂ  è troppo alta l’olio non può essere trasportato a temperatura ambiente e richiede opportune soluzioni che Mec Marine può fornirvi. Questo problema si pone appena la viscositĂ  supera i 3°E.

  • Quali sono i vantaggi di un impianto di cogenerazione? Un miglior sfruttamento dell’energia primaria resa dal combustibile, autoproduzione combinata del fabbisogno elettrico e termico, possibilitĂ  di rivendere alla rete nazionale le eventuali sovrapproduzioni di energia elettrica e conseguente indipendenza dello stabilimento dalla rete elettrica nazionale

  • PerchĂ© si parla di approccio integrato alle problematiche energetiche? PerchĂ© spesso le migliori soluzioni utilizzano un sistema coerente e coordinato per la generazione di energia termica, elettrica e frigorifera.

  • Lo sapevi che confrontando l’anidride carbonica emessa durante tutto il ciclo di vita dell’olio vegetale con quello del gasolio, si ha un risparmio complessivo nell’emissione al camino di circa 2,5 tonnellate di anidride carbonica per ogni tonnellata di gasolio sostituito? Se poi consideriamo l’intero ciclo di vita del vegetale il bilancio netto di CO2 è nullo.

  • Cosa significa offrire un servizio di gestione energetica? Fornire strumenti utili alla vostra azienda per ottimizzare la gestione dell’energia, attraverso la minimizzazione delle spese e dell’impatto sull’ambiente.